Giovanni Vanni

Medico per professione, Scrittore per passione

Innovazioni Terapeudiche

Innovazioni Terapeudiche

Negli anni 80, il dott. Giovanni Vanni, forte della sua decennale esperienza, prima come tecnico e poi come ortodontista, elaborò e ideò un dispositivo che lo stesso denominò 3F(tre funzioni),così chiamato proprio per la sua versatilità ad assolvere le tre principali funzioni dell'apparato stomatognatico.
Le tre funzioni principali assolte in definitiva dal dispositivo 3F sono:
  •  Espansione trasversale;
  •  Espansione sagittale;
  •  Distalizzazione dei molari.

 

 

In realtà il dispositivo 3F, consente numerose altre funzioni, quali:
- l'espansione multipla o di settori di arcata;
- l'ancoraggio;
- l'Aapiglio per la trazione intermascellare;
- la derotazione dei molari.
Il controllo dei risultati ottenuti, viene eseguito mensilmente con l'aiuto di un compasso o di un calibro ortodontico.

 

Zona anteriore dell'apparato dentale con il dispositivo 3F applicato

 

 

Vantaggi nell'utilizzo del Dispositivo 3F (3 Funzioni)

 

Molteplici sono i vantaggi terapeudici che derivano dal corretto utilizzo del dispositivo 3 funzioni:

  • Svolge un'azione continua e sviluppa forze leggere, facilmente programmabili;
  • Occupa poco spazio ed è ben tollerato dai tessuti;
  • Risulta di facile applicazione da parte del paziente;
  • Non interferisce con le strutture dell'apparecchio in atto;
  • Lascia completamente libera la lingua, quindi, non interferisce coi recettori della stessa;
  • Consente opportune attivazioni ma, soprattutto, ha un costo di pochi centesimi.
 
 Dispositivo 3F sulla cannula molare  La molla applicata al dispositivo 3F per la distalizzazione molare. Si noti l'appiglio per la trazione intermascellare